XVI Sagra degli Antichi Sapori

L’associazione Insieme per l’Unità dei Popoli ONLUS è lieta di invitarvi dal 06 al 10 Luglio 2017 alla XVI Sagra degli Antichi Sapori che come di consueto, si svolgerà in località Partignano del comune di Pignataro Maggiore.

L’Associazione si propone di favorire lo sviluppo di quei Paesi che attualmente sono più svantaggiati economicamente e socialmente.I proventi della manifestazione saranno devoluti al finanziamento del progetto “Acqua Fonte di Vita” mediante il quale sarà  realizzato un acquedotto per garantire l’approvvigionamento idrico alle popolazioni della collina di Rukanda, una zona impervia e dfficile da raggiungere del comune di Bururi in Burundi.

Forte anche dei successi delle precedenti edizioni, l’Associazione “Insieme per l’Unità dei Popoli ONLUS” ripercorre l’esperienza della “Sagra degli Antichi Sapori”. Nei quattro giorni di apertura degli stands si potranno degustare ”pettole e fagioli” (pasta fatta in casa), stufato di “annutolo” (vitello di bufala), “soffritto”, “trippa”,“salsiccia al finocchietto selvatico”, “guanti” (dolce tipico locale), “marzellina alla pimpinella” l’immancabile mozzarella di bufala, gli “arrosticini” di pecora, il “cuoppo” di pesce fritto e tante altre cose della tradizione locale.

Tra stands espositivi e dimostrativi, giochi e balli di piazza, concerti e musica popolare si potrà trascorrere una piacevole serata all’insegna della solidarietà.

Rappresentazione Teatrale

Il Gruppo Teatrale ESTROVERSO, da diversi anni, nel periodo natalizio, organizza una rappresentazione teatrale, al fine di raccogliere fondi per i progetti seguiti dall’associazione.

Pignataro Maggiore – 29, 30 dicembre 2016 – 1, 3, 5, 6, 7 gennaio 2017
Salone Scuola Media “L. Martone” -  ore 19.30

Il ricavato delle rappresentazioni sarà devoluto a sostegno dei progetti:
“Una Scuola sulle Ande” in Perù
“Ristrutturazione Scuole Primarie di Kitiwum e Takui” in Camerun
“Esigenze del nostro territorio”

 

LOCANDINA

 

XV Sagra degli Antichi Sapori

L’associazione Insieme per l’Unità dei Popoli ONLUS è lieta di invitarvi dal 14 al 17 Luglio 2016 alla XV Sagra degli Antichi Sapori che come di consueto, si svolgerà in località Partignano del comune di Pignataro Maggiore.

L’Associazione si propone di favorire lo sviluppo di quei Paesi che attualmente sono più svantaggiati economicamente e socialmente. I proventi della manifestazione anche quest’anno contribuiranno alla prosecuzione del progetto “Una scuola sulle Ande”  nato da una proposta di don Emeterio, parroco di Bolivar, una cittadina di 2.500 abitanti nel cuore delle Ande peruviane a 3.200 metri di altitudine il cui territorio comprende anche 30 piccole comunità sparse su un’area vastissima e difficilmente raggiungibili. Da tempo don Emeterio si è reso conto che molti bambini non frequentano la scuola pubblica, sia per le distanze da percorrere, sia per la necessità di molte famiglie di avere a disposizione i figli per lavorare la terra. Con l’intenzione di dare una risposta a questa problematica nel 2011 il parroco ha dato inizio alle attività scolastiche nei locali della parrocchia. In breve tempo i bambini sono diventi 80 e ha dovuto affittare una casa perché le aule parrocchiali non erano sufficienti.

Dopo aver raggiunto l’obiettivo primario del progetto assicurando la continuità delle attività scolastiche mediante la costruzione della un nuova scuola, la cui inaugurazione si è tenuta lo scorso anno, è stata avviata la seconda fase del progetto. Questa si propone di garantire la frequenza scolastica anche a bambini che non possono raggiungere quotidianamente la scuola. Per loro infatti è necessario realizzare una casa-famigli. Per saperne di più “Viaggio nel cuore del Perù“.

Forte anche dei successi delle precedenti edizioni, l’Associazione “Insieme per l’Unità dei Popoli ONLUS” ripercorre l’esperienza della “Sagra degli Antichi Sapori”. Nei quattro giorni di apertura degli stands si potranno degustare ”pettole e fagioli” (pasta fatta in casa), stufato di “annutolo” (vitello di bufala), “soffritto”, “trippa”,“salsiccia al finocchietto selvatico”, “guanti” (dolce tipico locale), “marzellina alla pimpinella” l’immancabile mozzarella di bufala, gli “arrosticini” di pecora, il “cuoppo” di pesce fritto e tante altre cose della tradizione locale.

Tra stands espositivi e dimostrativi, giochi e balli di piazza, concerti e musica popolare si potrà trascorrere una piacevole serata all’insegna della solidarietà.